vieni a correre con noi

You will never run alone

Chi siamo

L'orienteering è una disciplina sportiva la cui federazione, FISO, è associata al Coni. L'attività sportiva consiste nel trovare dei punti di controllo sparsi in un territorio, urbano o boschivo, nel minor tempo possibile con una mappa e una bussola. E' uno sport che combina doti fisiche a strategiche (scelta del miglior percorso e di posizionamento), ed è adatto a tutte le fasce d'età....dagli under 12 agli over 90, passando per chi lo pratica in modo agonistico. L'Asd Oricuneo ha come obiettivo la diffusione di questo sport sul territorio Cuneese, organizzando corsi, allenamenti settimanali, gare federali e trasferte ad eventi di caratura nazionale ed internazionali. 
Se vuoi provare lo sport dei boschi contattaci!

news

10 - 11 APRILE 2021
In questo week end la squadra parteciperà alla due giorni nazionale di Schio (Sprint) e di Velo D'Astico (Middle). Forza Ragazzi!

LA NOSTRA STORIA

L'orienteering in provincia di Cuneo è arrivato alla fine degli anni '80, quando per interessamento dei proff. di educazione fisica Giorgio Ingallina e Mario Isoardi, con la collaborazione del coordinatore prof. Attilio Bravi, si organizzò a Saluzzo il primo corso di aggiornamento per insegnanti.

Il corso venne tenuto da Vladimir Pacl, grande orientista cecoslovacco, fondamentale per la diffusione e conoscenza della disciplina nel nostro paese.

La prima società orientistica operante in Provincia è stata "Il club dei Superficiali", che si è retta sull'operato del prof. Paolo Cattero. In questo periodo vi è stata la partecipazione alle prime gare federali e sono state organizzate le prime gare di mountain-bike orienteering, sulla carta in bianco e nero di Roccavione.

La prima carta a colori in Provincia è stata realizzata a Nucetto, per interessamento del sig. Contegiacomo, allora delegato provinciale della federazione. La carta, in scala 1:5.000, venne realizzata addirittura dal responsabile IOF per la cartografia, lo svizzero Thomas Brogli.

Dal 1997 la società cuneese, unica operante in provincia, ha assunto l'attuale denominazione.

Molto stretta è stata negli anni passati la collaborazione con il mondo della scuola e buona parte degli iscritti arrivano da questa istituzione.

Momento di svolta per l'orientismo cuneese è stato l'organizzazione da parte di Provveditorato agli Studi e CONI dei Campionati Internazionali Studenteschi nel 1997. in quest'occasione sono infatti state redatte le carte di Montefallonio e Pianfei ed in seguito anche di Cuneo, carte tuttora utilizzate per le gare federali.

La prima gara federale organizzata in provincia è stata il Campionato ligure-piemontese di staffetta del 1997, anno che ha anche visto l'organizzazione del 1° Campionato Italiano di mountain-bike - ori.

Nel 1998, in collaborazione con il Cral Trasorti Torinesi di Renato Martinetto è stata anche organizzata una prova di Coppa Italia.

Nel 2001 verranno organizzate due gare federali:

 il 1° campionato piemontese di ori - sprint l'8 aprile a Cuneo e il campionato piemontese 2001 a distanza classica nel mese di ottobre, sulla Carta di Mussi (Pianfei).

Dal 2010 la società attrae atleti del torinese e anno dopo anno crescono gli iscritti, anche se per la quasi totalità sono Master…..ma i giovani arriveranno presto

Nel 2015 viene organizzata la prima edizione della North West Cup, prima gara internazionale organizzata dalla compagine biancorossa, che vedrò la partecipazione di quasi 300 atleti provenienti da 14 paesi (Australia e Giappone compresi). Per questa manifestazione abbiamo utilizzato le mappe delle Montagne Olimpiche della zona di Sestriere.

 Nel 2017 è stata organizzato la seconda edizione della North West Cup aumentando gli iscritti a 350.

 Il 2018 vede il ritorno di Andrea Bruno, atleta di livello nazionale, e con lui come responsabile tecnico si inizia a costruire un progetto di lungo respiro per far crescere i ragazzi delle scuole. Ora la crescita attraverso i ragazzi è nel Dna della società. Questa attività è supportata dal Gruppo Merlo, che ormai da alcuni anni condivide con noi lo sviluppo del nostro sport tra i giovani.

 Nel 2020 solo l’ondata di Covid non ci ha permesso di organizzare i Campionati Italiani Long…..ma non ci diamo per vinti…..e stiamo già pensando al futuro.